giovedì 1 dicembre 2011

Tracce esame d'avvocato 2011/2012

Come promesso con la nuova rubrica "Tracce esame d'avvocato 2011/2012" vi indico altri argomenti che potranno essere possibili tracce dell'esame di stato d'avvocato.
Per rimanere sempre aggiornati cliccate sul tasto mi piace (posto qui di lato --------->)
Avvicinandoci all'esame sapremo essere più precisi, alla luce anche delle ultime sentenze della Suprema Corte.
FATE MOLTA ATTENZIONE al reato che vi propongo oggi, e suoi rapporti con la corruzione:

Il reato di concussione 

Sul significato dell’avverbio “indebitamente”

Cassazione penale, sez. VI, 13 luglio 2011, n. 27444.
In tema di concussione, l'avverbio "indebitamente" utilizzato nell'art. 317 cod. pen. qualifica non già l'oggetto della pretesa del pubblico ufficiale, la quale può anche non essere oggettivamente illecita, quanto le modalità della sua richiesta e della sua realizzazione. (Fattispecie in cui si é ritenuto che integrasse il tentativo di concussione la condotta del pubblico ufficiale che, alternando minacce a blandizie, aveva cercato di indurre il privato ad accettare una proposta transattiva avente ad oggetto la risoluzione di un contratto di appalto).


Sul tentativo di concussione.

Cassazione penale, sez. VI, 13 luglio 2011, n. 27459.

Cassazione penale, sez VI, 5 agosto 2011, n. 31341.
Sussiste il tentativo di concussione nell'ipotesi in cui l'atto di prevaricazione del pubblico ufficiale sia finalizzato al soddisfacimento di un proprio credito o del credito di terze persone.

Cassazione penale, sez. VI, 15 settembre 2011, n. 34106.
Integra il tentativo di concussione per induzione la condotta dell'ufficiale giudiziario il quale, dopo essersi introdotto nell'abitazione della vittima per eseguire un pignoramento mobiliare, solleciti la stessa a dargli o promettergli delle prestazioni sessuali prospettandole la possibilità di una più favorevole valutazione dei beni da sottoporre all'esecuzione.

E’ concussione la condotta del primario che pretende denaro per effettuare una operazione personalmente e in tempi brevi.

Cassazione penale, sez. VI, 18 gennaio 2010, n. 1998.

2 commenti:

  1. Mi stai un po' copiando ....scherzo! Grazie per il consiglio !

    Glitterlaw.blogspot.com

    RispondiElimina